Rush War: gioco di strategia sull’Impero Romano

Rush War è un nuovissimo browser game gratuito di genere strategico con tante opzioni di costruzione di città, simulazione militare e battaglie in tempo reale ambientato in epoca romana.

Lekool Games, famosa casa cinese di giochi online e intrattenimento via web già autrice di Tamer Saga, Call of Gods e Dragon’s Call 2, ha dato inizio al primo grande beta test chiuso lanciato ufficialmente il 23 maggio, appena una settimana fa. Noi di browser-game.it siamo andati a sbirciare per darvi qualche info in anteprima.

Anteprima di gioco

Personaggio Rush War

L’obiettivo di Rush War è costruire la città e la legione più forti dell’Impero Romano in epoca repubblicana. Come in tutti gli RTS, il giocatore dovrà seguire un preciso schema di costruzione della propria città che verrà posizionata in un luogo casuale sulla mappa del vasto Impero. Per cominciare bisognerà dedicarsi alla realizzazione delle strutture civili come il cottage per aumentare il numero di abitanti e riscuotere le tasse, la cattedrale, i magazzini di raccolta delle scorte alimentari, il Mercato. Seguiranno poi quelle militari, come il centro d’addestramento, il quartier generale e l’armeria. Dal Municipio, invece, si gestiscono le funzioni di controllo della città, come alzare o abbassare le tasse, espandere la città, cambiare nome o abbandonarla, effettuare vari upgrade e accelerare la costruzione in corso o sbloccare il secondo slot di costruzione, assumendo un capo cantiere o altre figure professionali in cambio di svariate monete d’oro.

L’oro è una risorsa abbastanza rara da guadagnare in missione e va quindi acquistata nello shop o vinta alla lotteria (è concesso un tiro gratis al giorno!). In alto nell’interfaccia abbiamo una chiara panoramica delle risorse in nostro possesso. Le icone ci indicano il numero di abitanti (con il relativo tasso di popolazione impiegata e la capacità complessiva di abitanti), l’acciaio, le pietre, il legname, il grano e, infine, i sesterzi d’argento. Ogni icona riporta anche la capacità complessiva e il consumo medio giornaliero che varia in base alla composizione delle truppe. Un esercito numeroso richiederà parecchie provviste di cibo e risorse. Per aumentare la produttività, come sempre è necessario effettuare l’upgrade degli edifici che producono le risorse.

Legioni Rush War

Nel frattempo, ci sarà anche la parte strategica da curare: fortificare la cinta muraria e dedicarsi alla produzione di armi, reclutare eroi e addestrare i soldati è il compito di ogni leader che non vuole soccombere ai numerosi attacchi da parte dell’IE o degli altri giocatori. Per i primi sette giorni si gode dell’immunità in qualità di neoiscritti, ma successivamente sarà opportuno assoldare tanti eroi con caratteristiche diverse e formare equilibrate legioni di soldati, ognuno con un compito specifico. Certo, però, che è strano in un gioco ambientato ai tempi dell’Impero Romano trovare bombardieri addetti ai cannoni, tipica arma medievale! Senza considerare il centro ricerca alchemico, altra stranezza per quei tempi! Oltre ad attaccare e difendersi, si può attuare un piano di conquista ed espansione inviando delle truppe, guidate da un eroe, ad esplorare terre selvagge come bacini, \\cave e pianure.

Conclusioni

Dal punto di vista del gameplay, Rush War è esattamente come tutti gli altri RTS e si può riassumere con tanta e paziente simulazione di costruzione e altrettanta strategia militare. C’è anche un sistema di gilde e di alleati che può permettere la diversificazione delle attività, offrendo protezione in cambio di derrate alimentari e viceversa. La parte esplorativa non può dirsi emozionante, ma almeno rompe la routine. Tutto in Rush War scorre molto lentamente, persino le costruzioni nei primi livelli, a meno che non si cominci a spendere tonnellate d’oro. La grafica di Rush War è anonima e discreta. Buona l’interfaccia, semplice e completa, e nessun bug particolare o server intasato. Certo, gli anacronismi storici (alchemia e cannoni all’epoca dei Romani) fanno un po’ sorridere, ma non dimentichiamoci che questo titolo è made in China, e lì, la polvere da sparo ce l’avevano da molto prima!

Sito ufficiale: http://rushwar.lekoolgames.com/

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita