Tribals: il browser game di strategia militare

Il browser game che vado a presentare è Tribals, un gioco di strategia militare ambientato nel periodo medievale, il parente più prossimo del passato Tribal wars. Non c’è modo più esplicativo ma incompleto per descriverlo questo gioco online se non con le parole usate nella home del sito ufficiale: Tribals è un browser game ambientato nel Medioevo.

Ogni giocatore è il capo di un piccolo villaggio medievale che guiderà alla gloria e al successo.

Anteprima

Si tratta di un browser game di strategia gratuito e in tempo reale, suddiviso in vari server chiamati mondi, totalmente autonomi l’uno dall’altro in cui il giocatore parte con un semplice villaggio dotato di un Quartier Generale al livello 1. Qui si andranno ad espandere i livelli dei vari edifici, il punto di raduno da cui si inviano le truppe, la fattoria al livello uno, elemento necessario per la sussistenza degli abitanti e le truppe, e infine un magazzino dove si andranno ad accumulare le risorse estratte dalle miniere.

Molti altri edifici possono essere costruiti dal Quartier Generale, per la costruzione di essi sono necessari alcuni requisiti a livello di edifici posseduti, una certa quantità di risorse e di posti in fattoria. Ogni edificio costruito andrà ad occupare popolazione in fattoria e permetterà un graduale aumentare di punteggio.

Le tribù e la community

Lo scopo di questo gioco è diventare sempre più potente e dominare le tribù degli altri utenti. La scalata per la gloria e il controllo assoluto è ardua, quindi molto meglio affrontarla in compagnia. In questo gioco ci si riunisce in varie tribù che hanno tutte il fine ultimo di dominare il server ed eventualmente Vincere il mondo, opzione introdotta da poco e solo in alcuni server.

Ogni giocatore fin dal suo primo istante di gioco ha la possibilità di fondare una propria tribù, invitare chiunque desideri e iniziare così la sua scalata al controllo del mondo. La gestione di una tribù non è cosa da poco e non tutti sono in grado o hanno abbastanza tempo da spendere per gestire una tribù, quindi si può decidere di accettare un eventuale invito e una volta dentro tentare di ottenere anche qualche ruolo amministrativo.

Se due o più tribù hanno obbiettivi comuni possono decidere di allearsi e quindi i relativi membri al posto di fare guerra fra di loro potranno preparare operazioni militari coordinate contro nemici comuni. Ma come si combatte una guerra? Come si attacca e come ci si difende? Uno degli edifici fondamentali è la caserma, disponibile dopo aver mandato il quartier generale al livello 3. Da qui viene reclutata la fanteria, che si divide in lancieri, ottimi per le razzie e difesa molto efficace contro la cavalleria, spadaccini, ottimi per difendersi dalla fanteria nemica, guerrieri con ascia, la prima unità offensiva, e infine gli arcieri un’altra utile unità difensiva. A seconda del server a cui si decide di giocare, alcune di queste unità saranno disponibili dopo una ricerca del fabbro, un altro utilissimo edificio.

A questo punto non resta altro che decidere se orientarsi sulla difesa o sull’offesa, da questa scelta dipende quasi tutto lo sviluppo successivo; alcuni punti da considerare per la scelta sono la disponibilità di tempo da dedicare al gioco e l’indole personale. Infatti il giocatore aggressivo deve aver molto tempo da dedicare al gioco, perché se finisse vittima di un attacco sarebbe quasi privo di difese e l’esercito duramente costruito verrebbe annientato, e necessita inoltre di un certo bisogno di sangue digitale, fame di morti multimediali, che rendono la scalata al successo più divertente.

Spesso i giocatori offensivi si divertono di più e hanno una crescita molto più veloce, alimentata dalle risorse razziate alle vittime. Al contrario un buon giocatore difensivo non ha bisogno di dedicare troppo tempo al gioco, perché ha buone difese pronte a tutto per difendere risorse e villaggio e può permettersi quindi una vita più serena e con meno tensioni. Eventuali scompensi del primo villaggio possono essere colmati con la conquista di un secondo villaggio, procedura per cui è necessario un nobile, unità ricercabile con un procedimento abbastanza lungo di costruzioni.

Conclusioni

Un gioco da provare, che appassionerà tutti coloro che impazziscono per una pianificazione militare molto vecchio stile ma che potrebbe stancare i giocatori più abituati a giochi d’azione basati su rapide missioni “prefabbricate”. Infatti il punto forte di Tribals è proprio questo, il libero sviluppo, sei libero di pianificare il tuo futuro come vuoi, senza missioni preimpostate o tempi minimi da rispettare,dando ad ognuno la possibilità di dare sfogo alle proprie idee strategiche.

Di per se l’unico difetto del gioco è questo: i lunghi tempi morti, che smorzano l’interesse dei neofiti ma che non intimoriscono i giocatori più navigati, che spesso passano il tempo a conversare sul forum interno della tribù.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Ti piacciono i browser game?
Hai già provato

Vikings: War of Clans?

Vikings: War Of Clans è un browser game di strategia in italiano caratterizzato da un comparto grafico di qualità e da un gameplay approfondito. Lo scopo del gioco è quello di vestire i panni di uno Jarl, costruire un villaggio di vichinghi e guidare un potente eroe al fianco dell'esercito.