Special Strike: sparatutto online su Facebook

Inizialmente gli FPS e i browser game non riuscivano proprio ad andare d’accordo, divisi perennemente da un divario tecnico che le tecnologie di qualche anno fa non riuscivano a colmare.

Special Strike appartiene invece a una nuova generazione di sparatutto online moderatamente rinnovata, promettendo di sacrificare un po’ di potenza tecnica per il puro gameplay.

Anteprima di gioco

Carro armato Special Strike

Dopo il caricamento iniziale degli assets ci ritroveremo davanti a una schermata nera che ci permetterà di entrare in una partita: in maniera diretta senza alcun logo di presentazione, né tantomeno un menù iniziale, di sicuro una prima impressione non delle migliori. L’elenco dei comandi, in compenso, è quanto di più classico ci si possa aspettare: WASD per muovere il nostro personaggio, SHIFT per scattare, SPAZIO per saltare e C per accovacciarsi. Sono addirittura state implementate le opzioni per stendersi a terra e utilizzare il collimatore dell’arma, anche se entrambe non verranno utilizzate spesso o seriamente in battaglia. Le regole dei round rientrano nei canoni del genere, offrendoci deathmatch e team deathmatch fino a 16 giocatori.

Una volta immersi nella partita capiremo subito l’approccio indotto dagli sviluppatori, votato tendenzialmente al tatticismo e alla pazienza; il feeling generale di armi e movimento sarà abbastanza “scivoloso”, mentre la mira risulterà decisamente precisa soprattutto negli headshot. Le quattro mappe proposte risulteranno particolarmente corridoiose e claustrofobiche, ricordando di molto i primi FPS Arena. Inoltre, a causa di un difetto di design che rovina l’esperienza generale, basta davvero poco per essere sconfitti data la possibilità di sfruttare il vantaggio del nome, perennemente a schermo, non soltanto per noi ma anche per gli avversari. Fin dal primo minuto avremo persino accesso all’arsenale completo, una bizzarra scelta che renderà le partite un po’ noiose. Peccato perchè caratteristiche come il friendly fire e la durata ridotta dei round riescono a creare partite avvincenti e ricche di adrenalina.

Galleria Special Strike

Tecnicamente Special Strike non fa certamente gridare al miracolo: il motore Unity fa il suo dovere in entrambi i versi della medaglia, garantendo modelli di alta qualità, ma anche bug e rallentamenti abbastanza frequenti. A questo si aggiungono un netcode mediocre, piagato da disconnessioni e un inspiegabile lag, e qualche ritardo nei comandi in grado di determinare la vita o la morte del nostro personaggio. Buoni infine gli effetti sonori, capaci di fornire anche un audio posizionale accettabile, essenziale per uno shooter di stampo tattico.

Conclusioni

Special Strike può rappresentare una buona promessa, ma gli sviluppatori dovranno farsi carico delle falle che emergono durante il gioco per far sì che restino fedeli e si allarghi la cerchia degli utenti. Per quanto riguarda sia il gameplay sia il comparto tecnico si possono considerare tutto sommato sufficienti, ma il prodotto finale necessiterebbe decisamente di un’ulteriore rifinitura.

Gioco su Facebook: https://apps.facebook.com/special-strike/

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita