Zombies Ate My Motherland: sopravvivi agli zombie

Dalla lontana Russia il team emergente Silvergames ci presenta il suo ultimo prodotto intitolato Zombies Ate My Motherland, un social game adrenalinico caratterizzato da una vena strategica.

Anteprima di gioco

Tutorial Zombies Ate My Motherland

Lo stile bidimensionale del titolo Silvergames rappresenta un glorioso tuffo nel passato per chiunque sia nato durante la quarta generazione di console, votata soprattutto all’immediatezza e alla semplicità. Per muoverci nell’ambiente avremo bisogno solamente dei tasti -A- e -D-, mentre con -W- potremo aprire porte/casse e con -S- lanciare una granata. Completano lo schema dei comandi la barra spaziatrice, relegata all’attacco melee, e il mouse per gestire mira e sparo. L’obiettivo primario sarà resistere il più possibile alle orde di zombie che infesteranno il nostro cortile, raccogliendo allo stesso tempo qualche importante oggetto necessario per riparare il nostro unico mezzo di salvezza: uno sgangherato trattore semi-diroccato. I nemici che affronteremo si differenzieranno in base agli attacchi: alcuni ci correranno incontro, altri tenderanno a lanciare oggetti di ogni tipo, ma i più temibili saranno sicuramente i coriacei corazzati.

Per ogni uccisione effettuata guadagneremo una stellina, la valuta corrente del gioco spendibile fra un’orda e l’altra. Potremo sviluppare il personaggio grazie a due diversi menù: il primo è rappresentato da un albero di skill molto costose che spesso si riveleranno vitali per il proseguimento dell’avventura, che si tratti di nuove armi oppure di un simpatico orso che farà da guardia alla casa, mentre il secondo raggruppa tutte le statistiche principali del personaggio (vita massima, granate, ecc.). La difficoltà del titolo Silvergames non è mai eccessiva, ma non dovremo comunque prendere sotto gamba gli assalti dei nemici (nonostante la morte del protagonista non comporti nessun malus vero e proprio). Infine potremo usufruire di frequenti bonus sotto forma di air-drop provenienti dal cielo, spesso modificatori di velocità e potenziatori per le armi.

gameplay Zombies Ate My Motherland

Zombies Ate My Motherland non è assolutamente un titolo pesante e gli sviluppatori sono riusciti a mantenere un’ottimizzazione cristallina, limitando cali di frame rate e glitch grafici. Il caricamento iniziale è piuttosto lungo, però una volta superato non si sono presentate altre attese degne di nota. Sia stilisticamente sia graficamente il titolo si guadagna la piena sufficienza, soprattutto grazie a uno humor molto spiccato e pungente che non guasta mai. Qualche fastidioso bug nella gestione del piano bidimensionale è presente, ma nulla che rovini l’esperienza di gioco. Buona anche la colonna sonora, composta da tracce elettroniche che si amalgamano alla grande con il gameplay.

Conclusioni

Zombies Ate My Motherland è un social game divertente e degno di essere provato da qualsiasi appassionato del genere. Tecnicamente molto solido e pervaso da un’autoironia affilata, il gioco targato Silvergames si merita un’ampia sufficienza.

Gioco su Facebook: https://apps.facebook.com/zomibeate/

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita