Red Crucible: Firestorm vs. Contract Wars

I due FPS più importanti nel mercato dei browser game si contendono e spartiscono ormai da anni la gran parte degli appassionati di sparatutto per browser.

Red Crucible: Firestorm e Contract Wars, rispettivamente sviluppati da Rocketeer e Absolusoft, sono due ottimi titoli che con il passare del tempo continuano a giovare di aggiornamenti e miglioramenti. Ma quale sarà il migliore?

Gameplay

Doppia uccisione Contract Wars

Gli FPS sono da sempre uno dei generi più popolari in assoluto, soprattutto su PC. Sia Red Crucible che Contract Wars condividono infatti il medesimo sistema di controllo basato sulla sempreverde combinazione di tastiera e mouse. L’ispirazione verso i più famosi titoli a tripla A è evidente, in particolar modo nella produzione Rocketeer che ricalca moltissimo la celebre serie Battlefield. Contract Wars invece tenta un approccio più personale, con un gameplay votato maggiormente alla varietà di scenari e situazioni. Fucile alla mano, Red Crucible: Firestorm ci è sembrato decisamente più intuitivo e con una maggiore attenzione nei confronti del “pick up & play”. Raggiungere buoni risultati richiede pertanto meno tempo, mentre il rivale punta su meccaniche complesse ma altrettanto soddisfacenti. La velocità di Contract Wars potrebbe ricordare persino quella dei classici “sparatutto arena”, soprattutto per le mappe ristrette in netto contrasto con le grandi pianure proposte dal concorrente.

Modalità di gioco

Elicotteri e carri armati Red Crucible Firestorm

A livello di varietà i numeri parlano chiaro: le quattro modalità proposte da Contract Wars impallidiscono di fronte alla moltitudine di scelte messe a disposizione dal rivale. Non solo le meccaniche di Red Crucible sono meglio rodate, ma risultano anche discretamente più originali rispetto a quelle del titolo targato Absolusoft, ancora oggi limitato alle solite quattro modalità già viste centinaia di volte: tutti contro tutti, deathmatch a squadre, eliminazione e dominio. Discorso pressoché inverso sul versante delle mappe, dove Contract Wars domina senza riserve con 16 scenari estremamente diversi fra loro, sia come ambientazione sia come dimensioni. Rocketeer sta tuttavia lentamente cercando di riguadagnare terreno, pubblicando di tanto in tanto qualche succosa novità e facendo leva su una particolare caratteristica molto interessante: i veicoli. La presenza di carri armati, elicotteri e jeep da trasporto cambia infatti radicalmente il gameplay, impreziosendolo con una vena strategica raramente offerta da un FPS per browser.

Comparto tecnico

Cecchino Contract Wars

Forse il comparto più difficile da giudicare è proprio quello tecnico, in quanto i due pretendenti combattono una guerra ad armi pari. Il motore Unity, condiviso da entrambi, viene sfruttato alla grande dalle software house mettendo alla prova le CPU meno performanti. Graficamente è difficile notare grandi differente, visto che ci troviamo difronte a un livello di dettaglio molto alto, mentre la preferenza verso lo stile metallico, asettico e industriale di Contract Wars rispetto a quello sconfinato, desertico e onirico del titolo sviluppato da Rocketeer è puramente soggettiva. Impeccabili anche i controlli, completamente personalizzabili (sensibilità del mouse compresa) e sempre reattivi. Leggermente migliore invece il comparto audio di Red Crucible, che riesce a far percepire effetti posizionali inesistenti nel rivale. Entrambi possono infine contare su un’eccellente integrazione social, grazie alle rispettive partnership con Facebook e Kongregate.

Conclusioni

Contract Wars ha dalla sua un gameplay estremamente intuitivo, fruibile fin dal primo minuto e ricco di adrenalina, mentre Red Crucible: Firestorm riesce a rispondere alla grande con una maggiore varietà, complice l’inclusione dei veicoli. Decretare un vincitore assoluto è pressoché impossibile, tant’è che consigliamo a tutti gli appassionati di provare entrambi gli sparatutto in questione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita